Triangoli possibili e…

Cari bambini, nella presentazione sullo studio dei triangoli, ci siamo soffermati su una diapositiva che ho riprodotto qui sotto. Vi avevo lasciato con alcune domande cui pensare.

Un triangolo ha due lati uguali di 13 cm. Quale potrebbero essere le possibili misure della lunghezza del terzo lato per poter:
costruire un triangolo;
costruire un triangolo degenere;
non costruire un triangolo?

L’applet di GeoGebra vi può venire in aiuto? Provate.

Piegature con la carta

Abbiamo utilizzato l’applet del professor Alex Chik del GeoGebra Institute di Hong Kong per costruire un triangolo equilatero piegando un foglio di carta rettangolare.


L’applet del professor Chik era ispirata al libro del professor Chris Cambré: Folding paper, doing geometry figures. Utilizzeremo il libro di GeoGebra del professor Cambré. in altre occasioni. Chi lo desidera può provare a costruire autonomamente qualche poligono con la piegatura della carta, a esempio un esagono regolare.

Umorismo matematico

Le vignette umoristiche inserite nel sito «Base Cinque» del professor Gianfranco Bo sono dedicate a tutti voi, ma in particolare ad Anna.

Mentre nominavamo le quattro operazioni e vi avevamo aggiunto l’elevazione a potenza e la radice, Anna ha infatti ricordato che una volta avevo accennato al… fattoriale! Fattoriale sia allora.

Se suggerite il risultato di 3×4, fate dunque attenzione a non inserire il punto esclamativo.

Sempre dal sito del professor Bo, un’altra striscia comica legata alla matematica: il numero più grande:

💗 Domanda matematica quasi umoristica: quanti diversi numeri si possono scrivere con quelle tre cifre? 3!

Maggie, per giocare e imparare

La bambina che vedete qui a sinistra si chiama Maggie.

Maggie è il personaggio di un videogioco pensato per bambini della vostra età.

Gli insegnanti possono, per avere maggiori informazioni, guardare la presentazione del videogioco da parte del professor Pietro di Martino che insegna matematica all’Università di Pisa.

Non è solo un’avventura, ma un’avventura matematica, si racconta della ricerca di un particolare tesoro appartenuto alla dea egizia del calcolo e della scrittura, Seshat.

Non vi voglio dire troppo, con l’aiuto di un adulto, potete scaricare qui l’app e buon divertimento!

Per gli insegnanti:

Auguri per la Pasqua

Le maestre, agli alunni della classe quarta e alle loro famiglie, augurano buona Pasqua: che tutti noi possiamo vedere e cogliere nelle piccole cose frammenti di gioia, serenità e felicità.

I bambini hanno prodotto, oltre ai bei biglietti augurali che le famiglie hanno ricevuto, un biglietto animato elettronico. Ha richiesto un bel po’ di lavoro e pensiero geometrico.

Trovate i biglietti augurali di ciascun alunno facendo clic sull’immagine.

Un grazie particolare ai genitori che hanno organizzato per l’ultimo giorno di scuola prima delle vacanze pasquali, la giornata di giochi nel Parco del nostro paese.

E infine auguri anche a tutti lettori del nostro blog e del nostro sito.

C’è un’ape che si posa
su un bottone de rosa:
lo succhia e se ne va.
Tutto sommato, la felicità
è una piccola cosa.

(Trilussa, pseudonimo anagrammatico
di Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri 1871-1950)