Big

Qualche giono fa a mensa mentre chiacchieravamo insieme mi avete chiesto del Big Bang.

Non confondetelo, dal suono della parola, con Big Ben, la campana della torre del Palazzo di Westminster a Londra! Potete fare un viaggio sul fiume Tamigi in Google Maps per ammirare il Palazzo.

Torniamo al Big Bang!
La parola bang non ci deve confondere, non dovete pensare a un boom, un’esplosione ha bisogno di uno spazio tutto intorno in cui propagarsi e comprimere l’aria che a esempio può rompere i vetri di un palazzo. L’universo tutto era invece racchiuso in quel piccolo punto. Non sappiamo che cosa sia stato il Big Bang, però di certo non è stato un’esplosione, anche se lo chiamiamo «bang».
🎆 Rai Scuola: il Big Bang (consigliati i primi minuti del video)
🎆 Il Big Bang per i bambini


Vi lascio dopo i video, un link a un sito molto interessante con una linea del tempo dal Big Bang ai giorni nostri, in cui ogni punto è un evento, tratto da Wikipedia.
Non è facile usare il sito, perché occorre conoscere i numeri e i loro nomi anche in inglese, dopo il milione si fa un po’ complicato perché i sistemi di numerazione differiscono. Nei prossimi giorni spero proprio di discuterne con voi.

[Sito segnalato dal maestro Roberto]

Insetto su verga d’oro

Guardate questo insetto appoggiato su una verga d’oro maggiore (Solidago gigantea) dalla luminosa infiorescenza gialla.

Se osservate il paio di ali visibili (èlitre) sicuramente indovinate l’ordine cui appartiene. Questo paio d’ali protegge, come una custodia, l’altro paio d’ali adatte al volo.
Ricordate? È l’ordine dei
.

cerambicide

Osservate ora le antenne. La famiglia cui appartiene questo coleottero è quella dei Cerambicidi, che ha antenne a volte lunghe più dello stesso corpo. Sono infatti comunemente chiamati Longicorni, Longhorn beetle in inglese. Questa caratteristica li rende facilmente riconoscibili anche ai non esperti.

Qual è la specie? Si tratta della Stictoleptura cordigera. Le elitre sono rosse con in mezzo una macchia nera a forma di cuore. La colorazione delle elitre può essere molto variabile da totalmente rossa a totalmente nera. La Stictoleptura cordigera è lunga 14-20 mm.


Curiosando in Splash Ragazzi:

🐞 Riunione
🐞 Battute in classe (classificazione)
🐞 La carabiniera
🐞 Un altro Curculionide
🐞 Coleotteri e libellule (Odonati)
🐞 Formiche in natura e nella fantasia (Imenotteri)
🐞 Vespa su zinnia
🐞 Vespa Crabro (calabrone)
🐞 Cavallette e cicale (Ortotteri)
🐞 Museo virtuale dei piccoli animali
🐞 Minuscule: la vita degli insetti

Un altro curculione

Dopo questo, trovato da Samuel lo scorso anno, Noemi ha individuato un altro insetto appartenente ai Curculionidi.

Nel linguaggio comune alcuni di questi curculionidi sono chiamati punteruoli, basta guardarli per capire il perché.

Il nostro è forse un Rhynchites (o Epirhynchites) auratus, eccolo nella foto, al link, in volo con le elitre sollevate.

I Curculionidi sono insetti fitofagi (fitofago è parola composta da fito [dal gr. ϕυτόν «pianta»; lat. scient. phyto-] e fago [dal gr. -phágos «mangiatore»]), perciò risultano dannosi per l’agricoltura.

Un video da Wikipedia di un Curculionide, che a un certo punto spicca il volo.