Pi day

Prima che finisca questa giornata del 14 marzo (3.14 per gli inglesi: Happy Pi Day, allora), il nostro blog trova un piccolo modo di festeggiare il giorno del pi greco. Ce lo ha ricordato oggi anche il Doodle di Google.

Eccovi allora il link a un articolo in cui potete trovare diverse curiosità.

In quest’altro articolo si traccia la storia del pi greco.

Viene viene

Viene viene la Befana
Da una terra assai lontana,
così lontana che non c’è…
la Befana, sai chi è?
La Befana viene viene,
se stai zitto la senti bene:
se stai zitto ti addormenti,
la Befana più non senti.
La Befana, poveretta,
si confonde per la fretta:
invece del treno che avevo ordinato
un po’ di carbone mi ha lasciato.

(Gianni Rodari, vedi qui)

🔥 La Befana in Splash Ragazzi


Con storia, tradizioni, poesie, filastrocche, filmati, giochi relativi al giorno dell’Epifania

Big

Qualche giono fa a mensa mentre chiacchieravamo insieme mi avete chiesto del Big Bang.

Non confondetelo, dal suono della parola, con Big Ben, la campana della torre del Palazzo di Westminster a Londra! Potete fare un viaggio sul fiume Tamigi in Google Maps per ammirare il Palazzo.

Torniamo al Big Bang!
La parola bang non ci deve confondere, non dovete pensare a un boom, un’esplosione ha bisogno di uno spazio tutto intorno in cui propagarsi e comprimere l’aria che a esempio può rompere i vetri di un palazzo. L’universo tutto era invece racchiuso in quel piccolo punto. Non sappiamo che cosa sia stato il Big Bang, però di certo non è stato un’esplosione, anche se lo chiamiamo «bang».
🎆 Rai Scuola: il Big Bang (consigliati i primi minuti del video)
🎆 Il Big Bang per i bambini


Vi lascio dopo i video, un link a un sito molto interessante con una linea del tempo dal Big Bang ai giorni nostri, in cui ogni punto è un evento, tratto da Wikipedia.
Non è facile usare il sito, perché occorre conoscere i numeri e i loro nomi anche in inglese, dopo il milione si fa un po’ complicato perché i sistemi di numerazione differiscono. Nei prossimi giorni spero proprio di discuterne con voi.
[Sito segnalato dal maestro Roberto]

Aggiornamento del 26 novembre 20017.

Per i più grandi: Lettera ad uno studente sul tempo ed il suo inizio.

Didi e il tesoro colorato

Una semplice e delicata storia per bambini che parla di bambini, tradotta dal prof. Roberto Marcolin, «Didi e il tesoro colorato». La storia originale è stata scritta da Rukmini Banerji, il titolo originale è in lingua hindi⬈: दीदी का रंग बिरंगा खज़ाना.
Fai clic sulle frecce a croce in basso a sinistra e poi per proseguire sulle frecce a lato. Per chiudere usa la crocetta in alto a destra.

Penso che leggeremo insieme a scuola questa storia, o la rileggeremo se vi siete cimentati da soli. Presto.