Giove e Venere questa sera

stellarium

L’immagine che vedete è da Stellarium. Ricordate questo software?

Osservate l’immagine (fate clic su di essa), mostra il cielo come sarà questa sera alle ore 21.45. Verso ovest si vedranno due pianeti, Giove e Venere molto vicini e luminosi. Potete provare ad alzare gli occhi al cielo, se si possiede un telescopio sarà ancora più bello il fenomeno, ma anche a occhio nudo noterete la luminosità dei due pianeti che sembrano congiungersi. Non perdetevi lo spettacolo dunque, verso ovest dopo il tramonto.

Focus: Venere e Giove in congiunzione il 30 giugno

Libri di astronomia per bambini e ragazzi

Equinozio d’autunno

equinozio d'autunno
Il doodle di Google ci ricorda l’equinozio d’autunno, il 23 settembre è il primo giorno d’autunno.
Fate clic sull’immagine qui sopra e, nella pagina che si apre, osservate la carta geografica che mostra la disponibilità di questo doodle nel mondo. Non vi dovrebbe essere difficile capire il perché.

Wikipedia - Equinozio d'Autunno

Illuminazione della Terra all’equinozio


Link in Splash Ragazzi:

Origami e geometria

barchetta cartaLa nostra compagna Ledi ha avuto l’idea di aprire il foglio di una barchetta creata con la tecnica dell’origami (折り紙 o-ri-gami, termine derivato dal giapponese, ori piegare e kami carta), ha preso spunto dalle piegature e ha cercato di riprodurle creando un disegno geometrico.
Bella idea, Ledi!
Ecco il video.

Per i grandi, e non solo

    • La geometria degli origami. «Uno dei pionieri degli origami moderni basati sulla Matematica è Robert J. Lang, un matematico americano e artista di origami. Nel 1989, Lang scrisse un articolo per la rivista Engineering & Science nel quale si chiedeva se un computer potrà un giorno disegnare un modello per origami superiore a quelli disegnati dagli umani. Era una questione che lo appassionava al punto che, nel 1990, decise di scrivere un software che facesse ciò».
    • Robert J. Lang: origami
    • Video del Ted: Robert J. Lang -The math and magic of origami, si possono attivare i sottotitoli in italiano.
      Un progetto per un telescopio spaziale prevedeva una lente di 100 metri di diametro. Quindi immaginate una lente larga come un campo da calcio. […]. Ma i razzi sono piccoli. Quindi dovete renderla più piccola. E come si rende un’enorme lastra di vetro più piccola? L’unica strada, più o meno, è piegarla in qualche modo. […] Prendete la lente, la dividete in pannelli, aggiungete delle cerniere. Ma questo particolare modello non permette di ridurre qualcosa di 100 metri in solo pochi metri. Quindi gli ingegneri del Livermore, cercando di sfruttare il lavoro di persone morte o magari di origamisti ancora vivi, si sono detti “Vediamo se qualcun altro sta facendo qualcosa del genere.” E si sono rivolti alla comunità degli origami.
    • Scienza in rete: la geometria degli origami
    • Origami: piegare la carta e spiegare la geometria
    • Gli assiomi dell’origami
    • Geometria tra le pieghe (pdf)
    • Origami, matematica come arte

PolyMath Origami Polymath Origami

Un planetario: Stellarium

In questo blog abbiamo già parlato di Stellarium.
Vi ripropongo il software con le parole che trovate nel sito italiano

«Stellarium è un planetario gratuito Open Source per il vostro computer. Mostra un cielo realistico in 3D proprio come si vedrebbe a occhio nudo, con un binocolo o un telescopio.
Viene utilizzato anche in planetari in videoproiezione. Imposta semplicemente le tue coordinate e vai!
»

Per provare Stellarium non vi resta che installarlo, con l’aiuto di un adulto, nel vostro computer.

Avviate il programma, premete il tasto di funzione F6 sulla tastiera e si aprirà una finestra dove potrete indicare la posizione da cui desiderate osservare il cielo stellato. Potete scegliere a esempio Udine, ma anche Marte o la Luna, e iniziare a esplorate.

Video-tutorial di Stellarium:

(lingua inglese)

(lingua spagnola)


Laboratorio on-line di astronomia:
Astronomia scuola

Link in Splash Ragazzi: astronomia

Il cielo sopra i deserti

costellazioniDurante la nostra visita all’Immaginario Scientifico di Trieste abbiamo passato qualche minuto nel planetario che rappresentava il cielo notturno visto dal nostro emisfero.
Polaris
Abbiamo individuato nella volta celeste alcuni pianeti, la Via Lattea, alcune costellazioni e in particolare la stella polare attorno cui vediamo ruotare la volta celeste e che indica il polo nord celeste della Terra.
Ricordate senz’altro che Giulio, la nostra guida, ci ha detto che nei pressi delle città, a causa delle luci (inquinamento luminoso), è difficile osservare il cielo.
Molto meglio dunque osservare il cielo dai deserti.

Guardate al link il video che mostra il cielo, non solo notturno, come è visto nel deserto del Joshua Tree National Park, in California, nelle vicinanze di vecchie miniere d’oro e d’argento.
Osservate in particolare il video a 02:10 minuti e vedrete «le tracce luminose delle stelle create dalla rotazione del nostro pianeta attorno al suo asse fino a formare, come si vede nelle immagini finali, un grande vortice attorno alla stella polare».

Link

Se il video vi è sono piaciuto, nell’articolo sono segnalati anche altri due interessanti video:

Link: